Sviluppo portali e app: introduzione

Omniabit, nell’ottica di aggiornare la propria attività recependo le tendenze dettate dal mercato, sta estendendo il suo core business, forte anche dell’esperienza maturata nel campo software e IT, allo sviluppo portali e di soluzioni IoT per OEM, system integrator e produttori affinché questi ultimi possano implementare in modo ottimale ed efficace le proprie idee di prodotto o servizio.

Per questo motivo ha accettato la sfida di collaborare con un partner d’eccezione, un’eccellenza italiana nel settore degli automatismi elettrici e uno tra i principali produttori di sistemi di movimentazione.

Sviluppo portali e app: requisiti e richieste

Il cliente si presenta già provvisto di un HW in grado di comunicare via radio con i dispositivi associati i quali sono gestiti da telecomandi proprietari.

Il motivo per il quale è stata richiesta la consulenza e la collaborazione di Omniabit consiste nella possibilità di rendere la centralina radio proprietaria raggiungibile via WIFI, in modalità AP o INFRASTRUCTURE, e nel contempo, sviluppare una APP Cross Platform fruibile dagli utenti in aggiunta al normale utilizzo dei telecomandi.

Un’ulteriore richiesta nello sviluppo portali qui studiato ha previsto lo sviluppo di un CLOUD che consentisse di comandare i dispositivi anche da remoto, al di fuori della propria abitazione, utilizzando la medesima APP.

Il progetto

Una volta definiti i requisiti di progetto insieme al cliente, il team di Omniabit ha condotto un’analisi e ha stilato un piano di sviluppo conseguente, come la certificazione ISO 9001 impone. Tecnicamente il progetto consiste nel progettare una soluzione HARDWARE che possa comunicare con la controparte cliente.

L’hardware del cliente consiste in un processore che tramite modulo RF elabora e invia comandi ai motori. In dettaglio, la nostra progettazione ha previsto l’aggiunta di un modulo WIFI e la sostituzione del processore con uno che disponesse di più memoria. Di conseguenza, abbiamo realizzato un FIRMWARE che fosse in grado di:

  • ricevere comandi dall’APP tramite modulo WIFI
  • memorizzare se necessario le utenze sulla EPROM
  • passare il comando dell’APP e inviarlo seguendo il protocollo di comunicazione al modulo radio del cliente e quindi ai motori.

Essendo presente un CLOUD, come richiesto dalle specifiche nello sviluppo portali, il vero target è stato quello di progettare le chiamate messe a disposizione in locale sul dispositivo (quindi per un utilizzo in una INTRANET) identiche a quelle messe a disposizione dal CLOUD.

Così facendo il codice scritto nell’APP sarebbe stato identico sia per chiamate interne all’abitazione, sia per quelle remote, eccetto l’indirizzo http di destinazione.

La realizzazione

Il team di Omniabit ha dunque realizzato a tutti gli effetti:

  • Firmware presente sul dispositivo (GATEWAY) che mette a disposizione chiamate per l’APP e che invia chiamate al modulo radio seguendo il protocollo fornito dal cliente
  • APP CROSS PLATFORM che gestisce motori, associazioni, disassociazioni, gruppi, scenari, scheduling
  • Interfaccia WEB per la registrazione di un nuovo cliente su CLOUD, in modo tale che una volta registrato sia in grado di comunicare in remoto col suo dispositivo utilizzando la stessa APP
  • Il CLOUD, quindi un set di chiamate messe a disposizione sul WEB conformi a quelle presenti sul dispositivo fisico, in modo che l’APP possa colloquiarci in modo trasparente dalla presenza o meno del dispositivo.

Elenco funzionalità sviluppate

Sono 3 le funzionalità complete del progetto: Gateway, App e Cloud. Le funzionalità che il gateway mette a disposizione attraverso protocollo TCP/IP sono:

  • Configurazione di rete (modalità AP/Infrastruttura, DHCP on/off, IP, ecc)
  • Interazione con i dispositivi, fino a 50 canali come da specifica sotto parte RF Cherubini
  • Configurazione dispositivi
  • Creazione/eliminazione gruppi
  • Personalizzazione di un determinato numero di scenari reimpostati (es.: uscita di casa->chiudi tutto)
  • Personalizzazione di un determinato numero di scenari temporizzati (es: ogni lunedì e martedì alle 19.30 richiama scenario chiudi tutto)
  • Il gateway inoltre interroga ciclicamente il cloud per recepire comandi provenienti da remoto (App connessa tramite cloud).
  • Il gateway integra la funzionalità di Access Point, risulta quindi possibile il collegamento diretto in rete WiFi smartphone/tablet e gateway.

Le funzionalità che l’App, disponibile per sistemi operativi Android ed iOS, mette a disposizione tramite interfaccia grafica user-friendly sono:

  • Tutte le funzionalità che il gateway mette a disposizione attraverso protocollo TCP/IP
  • Parametri per connessione tramite cloud
  • Cambio lingua (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo)
  • Supporto multi abitazione, multi gateway (ogni abitazione può avere uno o più gateway)
  • Switch manuale connessione cloud/rete locale
  • Switch automatico (match SSID abitazione): se l’app riconosce un SSID si connette automaticamente all’abitazione corretta

Il cloud è un servizio Web che funge da tramite tra App e gateway nel momento in cui gli utenti vogliano controllare la propria abitazione da remoto, tramite Internet. Il cloud fornisce inoltre un’interfaccia web (sito web) per garantire agli utenti il controllo della propria abitazione tramite browser.

Come funzionano gli attori del progetto?

GATEWAY – CONFIGURAZIONE DI RETE (MODALITÀ AP/INFRASTRUTTURA, DHCP ON/OFF, IP)

Al primo accesso l’utente collega l’alimentazione al GATEWAY BLING e dal suo device lo visualizzerà tra le reti WIFI disponibili. Egli dovrà poi accedere a questa rete e, collegandosi all’indirizzo di default (192.168.x.x), potrà configurare il GATEWAY per avere accesso alla rete WIFI del cliente.

Successivamente collegando il GATEWAY al ROUTER di casa sarà assegnato l’IP che “annuncerà” la sua presenza nell’infrastruttura, tramite porta UDP. GATEWAY – UUID-CLOUD Il Gateway tramite protocollo fornito dal committente potrà quindi colloquiare con i motori.

ITER DI REGISTRAZIONE CLIENTE CLOUD

Da un indirizzo web del cliente, l’utente deve registrarsi e registrare il GATEWAY acquistato inserendo il S/N. Al termine della procedura di registrazione, il sistema tramite conferma via email gli assegnerà un codice utente utile per effettuare le login sul CLOUD insieme alla password prescelta.

A questo punto l’utente potrà inserire il GATEWAY – UUID-CLOUD del dispositivo comprato, il quale sarà automaticamente associato al suo profilo. Quando il cliente si registra, viene creata un’area personale sul CLOUD.

Il GATEWAY di casa terrà allineati i dati e le informazioni sui motori con il CLOUD, in modo che quando l’utente lo interrogherà da remoto, avrà sempre una situazione aggiornata dei propri motori e potrà comandarli