Con IoT, acronimo che sta per Internet of Things, si intende il fenomeno sempre più attuale degli oggetti reali connessi in rete. L’IoT rappresenta il più recente stadio evolutivo di internet, che ora si estende ad oggetti comuni e luoghi.

Un processo ancora in piena evoluzione che riguarda la possibilità degli oggetti di avere un’intelligenza propria per poter comunicare tra loro e con l’ambiente circostante in un contesto di smart home, smart office e giù fino alle smart city.

I dispositivi una volta connessi in rete ereditano tutte le caratteristiche proprie del mondo digitale, in particolare le proprietà di monitoraggio e controllo. Questo implica una duplice funzione: l’interconnessione attraverso la rete con il mondo circostante avviene tanto fornendo informazioni sul proprio stato comportandosi alla stregua di sensori, quanto con la possibilità degli stessi di essere controllati a distanza – grazie alla connessione.

A tutto ciò sono legati i concetti di IPv6 in quanto la crescente integrazione con la rete richiede IP univoci e questo standard consente di averne 2128 , di Big Data (tutte le informazioni attinenti un individuo) e di Cloud, la tecnologia che consente di archiviare i dati su uno spazio virtuale in modo da averli a disposizione all’occorrenza.

IoT: qual è l’obiettivo dell’Internet delle Cose?

L’obiettivo dell’Internet delle Cose consiste nel migliorare e velocizzare il reperimento di dati per controllare e ottenere risultati più efficaci in termini di sicurezza, efficienza, risparmio energetico.

Appare chiaro che le possibilità di sviluppo sono potenzialmente infinite. Lo scenario che si prospetta è totalmente inedito e sarà necessario per le aziende che vogliono affrontare questa sfida rimodellare i propri modelli di business basandoli più sulla diversificazione e personalizzazione che sui costi.

Cambiano gli scenari competitivi e i campi applicativi sono molteplici, su tutti la domotica. Si rende quindi necessario lo sviluppo di piattaforme aperte per semplificare il processo di scambio di informazioni e ricezione di comandi che siano flessibili e scalabili con lo scopo di facilitare l’interazione tra utenti, dispositivi e dati.

IoT per Omniabit: consulenza e soluzioni!

Omniabit, con la sua esperienza decennale nella domotica residenziale e industriale, è pronta a cogliere questa opportunità di business sviluppando soluzioni per IoT, partendo dalla consulenza tecnologica fino alla realizzazione del progetto, replicando l’esperienza di piattaforme e progetti già avviati e di successo e innovando all’occorrenza in base alle esigenze emerse.

Siamo in grado grazie ad uno staff trasversale per competenze e background di proporre soluzioni complete, dallo sviluppo hardware di campo fino agli applicativi software multipiattaforma capaci di interagire sia in locale che da remoto tramite Cloud.

La piattaforma di riferimento è una delle nostre best practice: Juicy IAX, l’innovativa soluzione plug&play per home&building automation progettata da Omniabit. Un unico sistema capace di centralizzare quanto necessario per gestire e controllare in modo semplice la tua casa o il tuo ufficio.

Dal design compatto ed essenziale e progettato per dotare di intelligenza anche impianti già esistenti, consente all’utente di gestire illuminazione, utenze motorizzate, sensori ambientali, sensori di movimento e telecamere IP multi vendor. Permette, inoltre, di creare e pianificare scenari personalizzati.

È totalmente compatibile con dispositivi Konnex, MyHome BTicino e CommandFusion e integra tecnologia Z-Wave.